Domenica 11.6: arrivano a Trieste i vignaioli indipendenti

5 giugno 2017
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

Arrivano a Trieste 35 piccoli produttori di vino che «curano personalmente l’intero ciclo di produzione, coltivando le proprie vigne e imbottigliando il vino sotto la propria responsabilità con il loro nome, la loro etichetta e la loro uva».

Domenica 11 giugno in Stazione Rogers, dalle 16 alle 21, arrivano uomini appassionati dei loro vini. Si tratti di vini in cui si «limita l’uso di additivi inutili e dannosi, utilizzando uve sane che non hanno bisogno del maquillage di cantina». L’associazione Joseph è orgoglioso partner dell’evento, che è organizzato da FIVI, la Federazione italiana vignaioli indipendenti.

L’evento include la DEGUSTAZIONE dei prodotti di 35 vignaioli artigianali FIVI provenienti principalmente dalla regione Fvg ma anche da Franciacorta, Trentino, Veneto, Toscana, Marche e Slovenia. I partecipanti, muniti dell’indispensabile calice da degustazione FIVI, verranno accolti come in cantina, sulle botti d’assaggio troverete il frutto del lavoro di ognuno, versato a mano e accompagnato da storia, passione e progetti.

Nella voce degli organizzatori «questo mercato non sarà come tutti gli altri, nasce dal bisogno di spartire, servirà a comunicare e a diffondere esperienze e novità culturali, e politiche, ed è rivolto a tutti coloro che hanno voglia di goderne come un gesto di vita e non come un atto di consumo».

L’offerta culinaria sarà curata da Cave Nove di Aurisina e Serra HUB di Trieste. Cave nove è un progetto di cucina sana e consapevole nonché di orticoltura didattica. Punta all’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati ed è curato da Jan Micheli, chef e insegnante triestino con esperienza in ristoranti di livello internazionale come La Madia di Licata e El Celler de Can Roca di Girona.

Inoltre ci sarà il “Pane del patto”, generato dal Patto della farina del Friuli orientale. Si tratta di una rete per la produzione di farine e derivati di alta qualità ma economicamente accessibili a tutti, realizzati con metodi sostenibili e svincolati dalle leggi di mercato.

Per nutrire le orecchie e l’immaginazione ci sarà una jam session della Domenica al Round Midnight, ricreata per una trasferta estiva con musicisti da tutta la regione. Ci sarà inoltre un radio documentario di Renato Rinaldi e Andrea Collavino, dedicato alla terra.

Il costo: è di 15 euro, con calice in omaggio per degustazioni libere tra tutti i vignaioli presenti. Avrete anche la possibilità di acquistare le bottiglie a prezzo di cantina!

I vignaioli che saranno presenti sono:

Tarlao Vignis in Aquileia; Fedele Luca (Corno di Rosazzo); Renata Pizzulin (Moraro); Villa Job (Zugliano); Flaibani (Cividale del Friuli); Edi Keber (Cormòns); Il Carpino (San Floriano del Collio); San Lurins (San Lorenzo Isontino); Anna Berra (Nimis); Antico Broilo (Prepotto); Bessich Luciano Eredi (Roveredo in Piano); Lis Fadis (Spessa); Sara e Sara (Savorgnano del Torre); Aquila del Torre (Povoletto);Vignai da Duline (Villanova del Judrio); Foffani (Clauiano); Raccaro (Cormòns); Borgo delle Oche (Valvasone); Feudo dei Gelsi (Nimis); Blazic (Cormòns); Korsič (San Floriano del Collio); Terre del Faet (Cormòns); Ferlat (Cormòns); Draga (San Floriano del Collio); Canus (Corno di Rosazzo); Ronco delle Betulle (Manzano); Borgo dei Sapori (Spessa); Vosca (Cormòns); Corte Fusia, Coccaglio (Bs); Bellese, Roncadelle di Ormelle (Tv); Pojer e Sandri, Faedo (Tn); Tenuta di Valgiano, Lucca; Tenuta San Marcello, San Marcello (An); Marjan Simčič, Ceglo (Slo), Cecchini Marco (Faedis), Fedele Luca (Corno di Rosazzo), Rive Col de Fer (Caneva), Tenuta Stella (Dolegna del Collio), Villa Job (Palazzolo del Friuli).

La realizzazione del mercato è a cura di Arci Hybrida Space, con sponsor tecnico Mastro Bottaio Srl (San Vito al Torre). Sotto, il flyer dell’evento:

Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×