Marko Tavčar, i vini di “Pietra”

18 giugno 2014
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

IMG_3513-001

Kreplje, giugno 2014

Leggera collina, fra il confine di Monrupino e Duttogliano/Dutovlje.
Poche case, ma tanti boschi, campi e vigne.
Passano poche macchine per questa strada di campagna e mentre cerchiamo la nostra meta, passa un trattore.
Fa veramente tanto caldo, un giugno afoso e sfiancante.
Stiamo cercando la casa, quando dai campi di fronte, un ragazzo si sbraccia. E’ Marko Tavčar.

Abbiamo incontrato Marko già due volte, in occassione di Trieste Mare Morje Vitovska 2013 e quest’anno all’Orange Wine Festival ad Izola.
Inoltre ne abbiamo sentito parlare (bene) dalla nostra conoscenza Marko Fon.

Marko è una persona cordiale e ospitale, qualità mai banali e scontate.

Passiamo l’architrave della casa di famiglia, pochi passi ed entriamo nella saletta, anticamera della cantina.
La morsa del caldo allenta la presa e ritornano le energie.
Cominciamo a rilassarci e a entrare nell’argomento per cui siamo venuti.
I vini Pietra di Marko.
Pietra. Il Carso è pieno di pietre e Kreplje, il suo paese, deriva da kripa, una sorta di pietra in dialetto e quindi non può essere così che si chiamano i suoi vini, Pietra, un elemento che caratterizza sicuramente il terroir delle nostre terre.

Continua la lettura su Bora.la

IMG_3497

Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×